cerca nel sito
 Paoline (italiano) » Notizie » In breve » 2017 » Gennaio » Operatori pastorali uccisi nel 2016 
Operatori pastorali uccisi nel 2016   versione testuale

Secondo le informazioni raccolte dall’Agenzia Fides, nel 2016 sono stati uccisi nel mondo 28 operatori pastorali cattolici: 14 sacerdoti, 9 religiose, 1 seminarista, 4 laici. Per l’ottavo anno consecutivo il numero più elevato si registra in America, mentre è drammaticamente cresciuto il numero delle religiose uccise, che quest’anno sono 9, più del doppio rispetto al 2015.
 
Negli ultimi anni la maggior parte degli operatori pastorali è stata uccisa in seguito a tentativi di rapina o di furto, compiuti anche con ferocia, in contesti che denunciano il degrado morale, la povertà economica e culturale, la violenza come regola di comportamento, la mancanza di rispetto per i diritti umani e per la vita stessa. In queste situazioni, simili a tutte le latitudini, i sacerdoti, le religiose e i laici uccisi, erano tra coloro che denunciavano a voce alta le ingiustizie, le discriminazioni, la corruzione, la povertà, nel nome del Vangelo.  
 
Desta poi preoccupazione la sorte di altri operatori pastorali sequestrati o scomparsi, di cui non si hanno più notizie certe da tempo.
 
Agli elenchi provvisori stilati annualmente dall’Agenzia Fides, deve sempre essere aggiunta la lunga lista dei tanti, di cui forse non si avrà mai notizia o di cui non si conoscerà neppure il nome, che in ogni angolo del pianeta soffrono e pagano con la vita la loro fede in Gesù Cristo.
 
 
 
 
 
(Giovedý 12 Gennaio 2017)